Proprietà tubazioni riscaldamento condominiale.

Scema esemplificativo

Parti comuni

Locale caldaia con tutti gli apparati (bruciatore,caldaia,vaso di espansione, pompa etc) e le tubazioni montanti verticali sino allo stacco orizzontale verso le unità immobiliari (tubazione verticale per la distribuzione acqua calda e tubazione per l’acqua di ritorno alla caldaia)

Proprietà esclusive

Tutte le tubazione orizzontale di distribuzione, e tutte le tubazione orizzontali per l’acqua di ritorno ai montanti, corpi scaldanti, valvole e detentori.

PROPRIETÀ

l’impianto di riscaldamento centrale si presume di proprietà comune a tutti i condomini, se gli atti di acquisto o il regolamento di condominio non dispongono altrimenti (art. 1117 cod. civ.), fino al punto in cui le tubazioni che conducono l’acqua ai diversi piani dell’edificio si diramano nelle varie proprietà esclusive.
Tutte le parti di impianto che si trovano oltre questa diramazione sono di proprietà esclusiva dei condomini a cui servono compreso tubazioni, elementi scaldanti, contatori, termostati, ecc. (cass. civ. 9940 dell’8.10.1998).
I proprietari delle mansarde non servite dall’impianto di riscaldamento centrale non possono vantare diritti sulla proprietà dell’impianto (cass. civ. 7730 del 7.6.2000).
Se il riscaldamento avviene tramite pannelli radianti, murati nei pavimenti o nei soffitti, è di proprietà comune in ogni parte (cass. civ. 960 del 5.3.1983).

Cerca nel nostro sito con la ricerca personalizzata.